Apparenza è sostanza?

Spesso, riferito all’ambito della bellezza, abbiamo pensato e sentito la frase “’l’importante è il contenuto e non la forma”.

I dati delle ricerche però  tendono a smentire queste informazioni: le persone attraenti hanno maggiori probabilità di ricevere aiuto (Benson, Karabenick e Lerner, 1976) e meno probabilità di essere punite (Berkowitz e Frodi, 1979), le loro prestazioni sono valutate più favorevolmente (Landy e Sigall, 1974), e sono più desiderate come partner (Walster, Aronson, Abrahams & Rottman, 1966).

In particolare la ricerca “Good looking people are not what we think, Feingold, 1992” evidenzia che le persone più belle fisicamente

1. Sono meno sole ed hanno un numero maggiore di conoscenti e amici

2. Sono più popolari

3. Hanno maggiori abilità sociali, ricevendo più consenso aumentano la loro autostima ed autoefficacia

4. Ricevono più sorrisi e maggiore contatto visivo, vengono interrotti meno spesso nelle discussioni: sono incoraggiati, la loro autostima aumenta e di conseguenza sono mediamente più sicuri di quel che dicono

5. Tendono ad ottenere valutazioni più positive nella selezione del personale. 6. In tribunale tendono a ricevere pene meno lunghe e pesanti  

L’effetto bellezza determina quindi delle distorsioni anche in quegli ambienti, quali tribunali e selezione, dove l’oggettività dovrebbe essere massima. Non credo nel bello o brutto in ambito estetico ma ritengo che ci sia una valutazione di sé (che spesso è un giudizio più che una oggettiva considerazione) che influisce sul nostro comportamento e sulla nostra comunicazione con inevitabili impatti sull’opinione che gli altri hanno di noi. 

Il mio suggerimento è quello di essere obiettivi il più possibile con sé, valorizzare le caratteristiche che ci piacciono con forme e colori e provare a cambiare o smussare quelle che invece apprezziamo meno.

Es pratico: mi guardo allo specchio e non mi piace l’accumulo su cosce e fianchi –attirerò l’attenzione sulla parte alta del corpo con colori chiari, collane e foulard; indosserò pantaloni allargati in basso, vestiti o gonne morbidi, a trapezio, lunghe e svasate; preferirò scollature ampie e tuniche lunghe.

Piccoli trucchi che possono aiutare a piacerci di più. La Consulenza di Immagine ci viene in soccorso.
Se ci conosciamo meglio fisicamente, se ci piacciamo di più, siamo più sicuri di noi stessi, più incisivi e sereni nel comunicare la nostra “sostanza” agli altri.
Essere belli significare essere se stessi, essere liberi e riconoscibili attraverso la nostra immagine è un’opportunità per esprimersi al meglio. Apparenza e sostanza devono essere complici tra loro.
Tu che ne pensi?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...